martedì 5 giugno 2007

Elisabetta Scarpini



In occasione della serata di premiazione del Concorso Letterario Villa Petriolo 2007, a cui ho voluto dare il nome di "Rosso non é solo un colore....", verranno esposte opere dell' artista toscana Elisabetta Scarpini, la quale ci presenterà, in omaggio al tema dell'evento, una delle sue opere preferite: una coperta in lana rigorosamente rossa su cui é stata ricamata manualmente "la Filastrocchia della lana" - titolo dell'opera "La stanza dei giochi".
L'artista si é orientata verso il ricamo che adotta spesso nei suoi lavori basati sull'introspezione psicologica .
Per la realizzazione delle sue opere, Elisabetta Scarpini trae suggestioni dai testi poetici, prediligendo le poesie di Emily Dickinson.
Così Marcella Anglani in un suo scritto sottolinea: "L'atto del cucire si sostituisce alla parola e allo scrivere: il filo entra nella stoffa, si sovrappone e si imprime, nel tentativo di appropriarsi del testo e di inciderlo nella memoria".

2 commenti:

Gourmet ha detto...

Bellissima l'immagine del filo che scrive... E resto per secoli al suo posto,creando un legame indissolubile con chi ha creato il ricamo...
buonaserata Silvia

silvia ha detto...

cara sandra, anchE a me piace moltissimo l'idea del legame tra il filo, la trama e la poesia........mi piace la tua interpretazione ,
a presto,
Silvia