lunedì 11 agosto 2008

suzanne...e vuoi viaggiare con lei


Unica data italiana per Leonard Cohen, grande musicista canadese che si è esibito dal vivo dopo anni di silenzio il 27 luglio al Summer Festival di Lucca.

Si legge dal suo profilo: "Autore di testi toccanti, arrangiatore geniale e cantante dalla "voce di rasoio arrugginito", rivoluziona la figura del cantautore avvicinandolo al poeta. Sin dagli anni sessanta ha lavorato come compositore per l'industria cinematografica e televisiva: la sua più importante collaborazione è stata Assassini nati, per il regista Oliver Stone. Leonard Cohen ha due figli, Adam (anch'egli cantautore) e Lorca, entrambi avuti da una relazione con l'artista Suzanne Elrod. Ha avuto successivamente anche una lunga relazione sentimentale con l'attrice Rebecca De Mornay. Cohen è un seguace del buddismo, e ha passato diversi anni in un monastero buddista in California, prendendo il nome di Jikan (Silenzioso). In Italia, Leonard Cohen è stato tradotto e cantato negli anni settanta da Fabrizio de André in più occasioni: It seems so long ago, Nancy (tradotta con semplicità Nancy); Suzanne, Jeanne D'Arc (Giovanna D'Arco) e The Famous Blue Raincoat (La famosa volpe azzurra, curata insieme a Sergio Bardotti e interpretata da Ornella Vanoni). E proprio tra il cantautore canadese e quello genovese esiste un'analogia rintracciabile nel culto della parola e dei suoi significati, nella ricerca letteraria nella creazione di immagini da evocare, nell'uso "pulito" della voce e soprattutto dei bassi".

L'autore di Suzanne, Famous Blue Raincoat e First We Take Manhattan ha pubblicato il suo ultimo album di inediti, Dear Heather, nel 2004.




Suzanne takes you down to her place near the river
You can hear the boats go by
You can spend the night beside her
And you know that she's half crazy
But that's why you want to be there
And she feeds you tea and oranges
That come all the way from China
And just when you mean to tell her
That you have no love to give her
Then she gets you on her wavelength
And she lets the river answer
That you've always been her lover
And you want to travel with her
And you want to travel blind
And you know that she will trust you
For you've touched her perfect body with your mind.

And Jesus was a sailor
When he walked upon the water
And he spent a long time watching
From his lonely wooden tower
And when he knew for certain
Only drowning men could see him
He said "All men will be sailors then
Until the sea shall free them"
But he himself was broken
Long before the sky would open
Forsaken, almost human
He sank beneath your wisdom like a stone
And you want to travel with him
And you want to travel blind
And you think maybe you'll trust him
For he's touched your perfect body with his mind.

Now Suzanne takes your hand
And she leads you to the river
She is wearing rags and feathers
From Salvation Army counters
And the sun pours down like honey
On our lady of the harbour
And she shows you where to look
Among the garbage and the flowers
There are heroes in the seaweed
There are children in the morning
They are leaning out for love
And they will lean that way forever
While Suzanne holds the mirror
And you want to travel with her
And you want to travel blind
And you know that you can trust her
For she's touched your perfect body with her mind.

Written by Leonard Cohen, Stranger Music Inc. (BMI).


Con Cohen, l'amore resta il miglior rimedio alla pesante ossessività della nostra società.

Che sei sempre stato suo amante
E vuoi viaggiare con lei
E vuoi viaggiare cieco
E pensi che forse ti fiderai di lei
Perche hai toccato il suo corpo perfetto con la tua mente.

2 commenti:

G.* ha detto...

Che bella, in questo momento voglio

morire

Che genio. Io amo

silvia ha detto...

...incantevole pazza, suzanne. reclamo per tutte un cohen che ci canti.